sabato 2 gennaio 2016

Il risveglio di Montegiano

Devo ammettere di aver passato l'autunno e questa prima parte di inverno in maniera convulsa. Il tempo per fermarmi sul computer a postare alcune mie uscite o perlomeno qualche foto è stato quasi nullo. Per fortuna, in queste giornate senza tregua, sono riuscito a ritagliarmi alcuni istanti di quiete, specialmente all'alba. E levataccia dopo levataccia, con in bocca il sapore amaro del primo caffè di giornata, ho sottratto alcuni minuti agli impegni giornalieri andando ad appollaiarmi sul mio promontorio personale per ammirare il panorama sulla bassa Val Metauro.
Un modo sereno per iniziare una giornata piena di incognite. 

Ovviamente certe mattine la foschia, dovuta all'assenza di piogge di questo autunno-inverno, rendeva inutile ogni contemplazione del panorama. Altre invece erano semplicemente scialbe e tristi ma alcune giornate sono iniziate regalando scorci estremamente belli, emozionanti, capaci di rapire l'anima, far correre la fantasia.
Si è sempre trattato però di istanti appena palpabili, a ripensarli sembrano irreali, fluidi, sfuggenti allo stesso modo del tempo.

Guarda dove si trova Montegiano.

6 commenti:

  1. Vivere il divenire di visioni come queste davvero ti prende l'anima!

    RispondiElimina
  2. Ho goduto molto nella Toscana di queste mattine in mezzo alla natura, coperte di nebbia ... così belle, così impressionante! Saluti, caro amico! Auguri per il nuovo anno!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Saluti cara amica e auguroni di nuovo, grazie!

      Elimina